it-fr  La sorprendente storia della carta igienica. Medium
Pense aux posters-ieurs : La surprenante histoire du papier hygiénique.

Publié le 05 janvier 2019 dans Humor. Veste, cravate, grosse moustache épaisse et bien soignée, regard de celui qui est conscient d'avoir eu une intuition fructueuse et une serviette contenant quelques prototypes.
Nous sommes au milieu du dix-neuvième siècle et tandis que de nombreux inventeurs sont occupés à se débrouiller avec de nouvelles technologies et sources d'énergie, un entrepreneur du Massachusetts se présente au monde avec une innovation aussi simple qu'inattendue et qui pourrait changer la vie de l'être humain.
- C'est... simplement grandiose ! - s'exclame le jeune reporter du Scientific American, la prestigieuse revue américaine.
- Je vous remercie. - l'homme aux grosses moustaches joue l'humilité tandis qu'il s'apprête à récupérer ce qu'il a montré au jeune journaliste. - Mon but est d'améliorer la société.
- Par cette découverte inégalable, vous y réussirez certainement. Je dirais que cette nouvelle ira très bien avec celle qui concerne la Californie, hé hé. - les deux se serrent la main et continuent à bavarder, espérant un futur plein de succès.
Joseph C. Gayetty, c'est le nom de l'entrepreneur moustachu, remue rapidement les différentes organisations américaines, spécialement celles qui sont liées au secteur de la médecine. D'autre part, un entrepreneur est sur le point e commercialiser quelque chose qui promet de vaincre l'un des problèmes les plus détestés de l'homme.
- Ça prévient les hémorroïdes ? - deux médecins ont une discussion animée, ne se privant pas de jurer.
- Impossible. - pontifie le plus âgé, en remuant la tête et en commençant à arpenter le bureau.
- Il accuse l'encre des journaux d'être la cause principale des hémorroïdes.
- Son prétendu "papier thérapeutique" n'est rien d'autre que du simple papier blanc.
- Ce fou veut encourager un gâchis de papier.
- Je suis d'accord, ce n'est pas un médecin mais un simple charlatan.
Malgré les dures critiques provenant de la plupart des représentants du secteur médical, l'entrepreneur poursuit son projet, encouragé par la presse et la curiosité populaire.
Une fois dans le commerce, le "Meicated Paper", c'est le nom utilisé pour le produit, fait tout e suite parler de lui.
Vendu en paquets de cinq cents feuilles de papier sur lesquelles est imprimé le nom de l'astucieux inventeur, le produit commence à entrer dans les maisons des Américains, habitués à utiliser le papier journal pour leur hygiène intime.
- Pendant des années l'homme a cherché à résoudre ce pénible problème. Des feuilles en passant par le sable, de la main jusqu'aux journaux tachés d'encre... eh bien, moi j'ai trouvé une solution à vos problèmes. Délicate comme un papier monnaie mais robuste comme un carnet de notes, mon papier thérapeutique, composé des matières les plus pures, vous garantira hygiène et santé ! Jamais plus d'hémorroïdes ! - Gayetty est sûr de son produit, comptant sur une ruée vers l'or bien différente de celle qui a pour cadre la Californie, désormais envahie par des prospecteurs et des mineurs.
De nombreux consommateurs, particulièrement les riches, commencent à expérimenter ce nouveau produit, y trouvant au début plusieurs avantages. Le papier toilette se présente sous une forme plus élégante que les feuilles des journaux et il est aussi plus facile à transporter sans se faire remarquer. Les dames de la haute société peuvent parfaitement le cacher dans de petits sacs à main ou dans les plis de leurs éventails et le fait que chaque feuille de papier soit imprégnée d'aloès confirme, au moins à première vue, son caractère médical.
Mais, malgré les prévisions flatteuses, avec le temps le Medical Paper n'obtient pas la faveur des Américains, bientôt considéré comme un coûteux gâchis de papier blanc et un produit au douteux pouvoir curatif.
Les gens préfèrent revenir à l'usage du papier journal auquel ils reconnaissent, outre la disponibilité, une double utilité à la fois informative et hygiénique.
Il a suffi par suite de quelques années pour conduire Gayetty et son invention à une faillite catastrophique.
- Vous êtes monsieur Gayetty ? - un homme dans les cinquante ans, chapeau melon et monocle, est à l'arrêt sur le seuil du domicile de l'entrepreneur.
- Sono io, lei è... - Un cliente insoddisfatto.
- Un altro. - mormora Joseph, abbandonandosi in un lieve sospiro.
- Il suo prodotto mi ha deluso. Come può pensare di utilizzare la carta per fini così miseri?
- Il giornale non è forse carta?
- Si tratta di carta che ha compiuto il suo scopo.
- Senta, in cosa posso aiutarla?
- Rivorrei i miei soldi.
- La sua ironia è pari a quella di un folle.
- Non sono io quello che ha stampato il proprio nome su fogli da utilizzare per pulirsi le terga.
- Sicuro di non essere un comico? Sarebbe perfetto per far ridere il popolo. - mugugna Joseph, chiudendo bruscamente la porta e abbandonandosi in una sonora imprecazione. Si prende giusto qualche minuto prima di guardare il tavolo del soggiorno su cui riposano numerose lettere di protesta e diverse copie di giornali. - Non ce la faccio più.
- E i suoi fogli non curano un bel niente! Lo chieda alle emorroidi di mia moglie! - urla l'uomo da fuori la porta.
Gayetty chiude gli occhi e stringe le mani a pugno, ignorandolo. Riesce a distrarsi leggendo il giornale, perdendosi fra gli articoli e incolpando gli effetti della guerra civile dell'insuccesso della sua carta. Un modo triste per confortarsi e per cercare di dimenticare il colossale e inaspettato fallimento.
Passa giusto mezz'ora quando riprendono a bussare alla porta dell'imprenditore.
- Lasciatemi in pace! - urla Joseph ma continuano a colpire con una certa insistenza.
Spazientito, Gayetty abbandona il giornale stropicciato e si dirige all'ingresso.
Dinanzi a sé ha un uomo dagli occhi a mandorla, poco più basso di lui e con indosso un completo marrone abbastanza anonimo.
- Buon pomeriggio... come posso aiutarla?
- Lei è Gayetty? - la voce dell'uomo ha uno strano accento, per niente americano o almeno non di uno degli stati che Joseph ha visitato nella sua vita.
- Sì. - tituba l'imprenditore, soffermando lo sguardo sul volto dell'uomo. - Come... come posso aiutarla? - balbetta appena notando che lo sconosciuto ha tra le mani un pacchetto della Medicated Paper. - Ah... un altro cliente insoddisfatto? - azzarda.
- Ha cleato lei questa cosa? - la carta terapeutica viene sollevata verso il volto dell'imprenditore che si ritrova a sbuffare.
- Già.
- Lei è un glan tluffatole.
- Me lo dicono in molti, purtroppo... anche se lei è il primo a dirlo con questo buffo accento.
- Questa non è sua invenzione, in Cina sono secoli che famiglia dell'impelatole ne fa uso.
- Cina?
- Lei ha lubato nostla cultula spacciandola come amelicana!
- Lei è venuto fin qui dalla Cina? - Gayetty è sorpreso ma cerca di non scomporsi troppo dinanzi all'ira dello sconosciuto.
- Suo è oltlaggio e io le plometto che da oggi in poi noi cinesi copielemo ogni vostla invenzione, plodotto e tecnologia.
- Voi... cosa?
- Allivedelci. - l'uomo getta a terra il pacchetto di Medicated Paper e si allontana, lasciando l'imprenditore sconvolto e con gli occhi ancora sgranati.
- Cosa ho appena sentito?
Il prodotto di Gayetty è ormai destinato all'estinzione nonostante il gran numero di imitazioni e concorrenti. Già, grazie all'intuizione di Joseph, è nato un vero e proprio mercato per l'igiene intima. Una delle ultime proposte più interessanti riguarda un inglese, un certo Walter Alcock, che ha ideato un rotolo composto interamente di carta: la carta igienica.
Ma questa è un'altra storia.

PS: si narra che, nonostante la concorrenza e l'introduzione del rotolo, Joseph sia rimasto uno dei pochi (se non l'unico) fedeli all'utilizzo della Medicated Paper.
Pasquale Aversano.
https://www.intertwine.it/it/read/VBPwt3Ud/pensa-ai-posteri-ori
unit 1
Pensa ai posteri-ori: La sorprendente storia della carta igienica.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 2 weeks, 1 day ago
unit 4
- Questo è... semplicemente grandioso!
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 2 weeks, 1 day ago
unit 5
- esclama il giovane reporter della Scientific American, prestigiosa rivista americana.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 2 weeks, 1 day ago
unit 6
- La ringrazio.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 2 weeks, 1 day ago
unit 8
- Il mio scopo è quello di migliorare la società.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 2 weeks, 1 day ago
unit 9
- Con questa ineguagliabile scoperta, ci riuscirà sicuramente.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 5 days ago
unit 10
Direi che questa notizia starà benissimo insieme a quella che riguarda la California, eheh.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 5 days ago
unit 11
- i due si stringono le mani e continuano a chiacchierare, sperando in un futuro di successi.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 5 days ago
unit 14
- Previene dalle emorroidi?
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 4 days ago
unit 15
- due medici stanno discutendo animatamente tra loro, non trattenendosi dall'imprecare.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 4 days ago
unit 16
- Impossibile.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 4 days ago
unit 17
- sentenzia il medico più anziano, scuotendo il capo e iniziando a girare per l'ufficio.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 4 days ago
unit 18
- Accusa l'inchiostro dei giornali di essere la principale causa delle emorroidi.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 4 days ago
unit 19
- Questa sua “carta terapeutica” non è altro che semplice carta bianca.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 4 days ago
unit 20
- Quel folle vuole promuovere uno spreco di carta.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 4 days ago
unit 21
- Concordo, non è un medico ma un semplice ciarlatano.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 4 days ago
unit 25
- Per anni l'uomo ha cercato di risolvere questo gravoso problema.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 3 days ago
unit 28
Mai più emorroidi!
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 1 week, 2 days ago
unit 35
Bastano quindi pochi anni per portare Gayetty e la sua invenzione a un disastroso fallimento.
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 4 days, 2 hours ago
unit 36
- Lei è il signor Gayetty?
1 Translations, 0 Upvotes, Last Activity 4 days, 2 hours ago
unit 38
- Sono io, lei è... - Un cliente insoddisfatto.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 39
- Un altro.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 40
- mormora Joseph, abbandonandosi in un lieve sospiro.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 41
- Il suo prodotto mi ha deluso.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 45
- Senta, in cosa posso aiutarla?
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 47
- La sua ironia è pari a quella di un folle.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 49
- Sicuro di non essere un comico?
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 54
- E i suoi fogli non curano un bel niente!
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 55
Lo chieda alle emorroidi di mia moglie!
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 56
- urla l'uomo da fuori la porta.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 57
Gayetty chiude gli occhi e stringe le mani a pugno, ignorandolo.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 62
- urla Joseph ma continuano a colpire con una certa insistenza.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 66
- Lei è Gayetty?
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 68
- Sì.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 72
- Ah... un altro cliente insoddisfatto?
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 74
- Ha cleato lei questa cosa?
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 76
unit 80
- Cina?
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 81
- Lei ha lubato nostla cultula spacciandola come amelicana!
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 85
- Voi... cosa?
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 86
- Allivedelci.
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 88
- Cosa ho appena sentito?
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
unit 95
https://www.intertwine.it/it/read/VBPwt3Ud/pensa-ai-posteri-ori
0 Translations, 0 Upvotes, Last Activity None
Mac 150  translated  unit 16  1 week, 4 days ago
Mac 150  translated  unit 6  2 weeks, 1 day ago

Pensa ai posteri-ori:
La sorprendente storia della carta igienica.

Pubblicato il 05 gennaio 2019 in Humor

Giacca, cravatta, baffoni folti e ben curati, sguardo di chi è cosciente di aver avuto una fruttuosa intuizione e una piccola borsa con dentro alcuni prototipi.
Siamo alla metà dell'ottocento e mentre molti inventori sono impegnati nel destreggiarsi con nuove tecnologie e fonti di energie, un imprenditore del Massachusetts si presenta al mondo con un'innovazione tanto semplice quanto inaspettata e che potrebbe cambiare la vita dell'essere umano.
- Questo è... semplicemente grandioso! - esclama il giovane reporter della Scientific American, prestigiosa rivista americana.
- La ringrazio. - l'uomo dai folti baffi finge umiltà mentre s'appresta a recuperare quanto mostrato al giovane giornalista. - Il mio scopo è quello di migliorare la società.
- Con questa ineguagliabile scoperta, ci riuscirà sicuramente. Direi che questa notizia starà benissimo insieme a quella che riguarda la California, eheh. - i due si stringono le mani e continuano a chiacchierare, sperando in un futuro di successi.
Joseph C. Gayetty, questo il nome dell'imprenditore baffuto, sta rapidamente scuotendo le varie organizzazioni americane, specialmente quelle legate al settore della medicina. D'altronde, un imprenditore sta per commerciare un qualcosa che promette di debellare uno dei problemi più odiati dall'uomo.
- Previene dalle emorroidi? - due medici stanno discutendo animatamente tra loro, non trattenendosi dall'imprecare.
- Impossibile. - sentenzia il medico più anziano, scuotendo il capo e iniziando a girare per l'ufficio.
- Accusa l'inchiostro dei giornali di essere la principale causa delle emorroidi.
- Questa sua “carta terapeutica” non è altro che semplice carta bianca.
- Quel folle vuole promuovere uno spreco di carta.
- Concordo, non è un medico ma un semplice ciarlatano.
Nonostante le aspre critiche provenienti da gran parte dei rappresentanti del settore medico, l'imprenditore procede nei suoi piani, favorito dalla stampa e dalla curiosità del popolo.
Una volta in commercio, la “Medicated Paper”, questo il nome utilizzato per identificare il prodotto, fa subito discutere di sé.
Venduta in pacchetti formati da cinquecento strisce di carta su cui sono stampate il nome dell'arguto inventore, il prodotto inizia a entrare nelle case degli americani, abituati a utilizzare la carta dei giornali per la propria igiene intima.
- Per anni l'uomo ha cercato di risolvere questo gravoso problema. Dalle foglie alla sabbia, dalla mano ai giornali sporchi d'inchiostro... ebbene, io ho trovato una soluzione ai vostri problemi. Delicata come una banconota ma robusta come un foglio per appunti, la mia carta terapeutica, composta dai materiali più puri, vi garantirà igiene e salute! Mai più emorroidi! - Gayetty è sicuro del proprio prodotto, confidando in una corsa all'oro ben diversa da quella che ha come protagonista la California, ormai invasa da cercatori e minatori.
Numerosi consumatori, specialmente quelli benestanti, iniziano a sperimentare questo nuovo prodotto, riscontrando inizialmente diversi benefici. La carta per l'igiene personale si presenta in modo più elegante delle pagine dei giornali ed è anche più facile da trasportare senza dare nell'occhio. Le signore d'alta classe le possono nascondere perfettamente all'interno di piccole borsette o tra le pieghe dei propri ventagli e il fatto che ogni pezzo di carta è imbevuto di aloe, non fa altro che confermare, almeno all'apparenza, la sua natura medica.
Ma, nonostante le rosee aspettative, con il passare del tempo la Medicated Paper non riesce a ottenere il favore degli americani, venendo ben presto riconosciuta come un gravoso spreco di carta bianca e un prodotto dal dubbio potere curativo.
La gente preferisce tornare all'utilizzo del giornale in cui, oltre alla facile reperibilità, riconoscono una doppia utilità: sia informativa che igienica.
Bastano quindi pochi anni per portare Gayetty e la sua invenzione a un disastroso fallimento.
- Lei è il signor Gayetty? - un uomo sulla cinquantina con un cappello bombato e un monocolo, è fermo sulla soglia della casa dell'imprenditore.
- Sono io, lei è...
- Un cliente insoddisfatto.
- Un altro. - mormora Joseph, abbandonandosi in un lieve sospiro.
- Il suo prodotto mi ha deluso. Come può pensare di utilizzare la carta per fini così miseri?
- Il giornale non è forse carta?
- Si tratta di carta che ha compiuto il suo scopo.
- Senta, in cosa posso aiutarla?
- Rivorrei i miei soldi.
- La sua ironia è pari a quella di un folle.
- Non sono io quello che ha stampato il proprio nome su fogli da utilizzare per pulirsi le terga.
- Sicuro di non essere un comico? Sarebbe perfetto per far ridere il popolo. - mugugna Joseph, chiudendo bruscamente la porta e abbandonandosi in una sonora imprecazione. Si prende giusto qualche minuto prima di guardare il tavolo del soggiorno su cui riposano numerose lettere di protesta e diverse copie di giornali. - Non ce la faccio più.
- E i suoi fogli non curano un bel niente! Lo chieda alle emorroidi di mia moglie! - urla l'uomo da fuori la porta.
Gayetty chiude gli occhi e stringe le mani a pugno, ignorandolo. Riesce a distrarsi leggendo il giornale, perdendosi fra gli articoli e incolpando gli effetti della guerra civile dell'insuccesso della sua carta. Un modo triste per confortarsi e per cercare di dimenticare il colossale e inaspettato fallimento.
Passa giusto mezz'ora quando riprendono a bussare alla porta dell'imprenditore.
- Lasciatemi in pace! - urla Joseph ma continuano a colpire con una certa insistenza.
Spazientito, Gayetty abbandona il giornale stropicciato e si dirige all'ingresso.
Dinanzi a sé ha un uomo dagli occhi a mandorla, poco più basso di lui e con indosso un completo marrone abbastanza anonimo.
- Buon pomeriggio... come posso aiutarla?
- Lei è Gayetty? - la voce dell'uomo ha uno strano accento, per niente americano o almeno non di uno degli stati che Joseph ha visitato nella sua vita.
- Sì. - tituba l'imprenditore, soffermando lo sguardo sul volto dell'uomo. - Come... come posso aiutarla? - balbetta appena notando che lo sconosciuto ha tra le mani un pacchetto della Medicated Paper. - Ah... un altro cliente insoddisfatto? - azzarda.
- Ha cleato lei questa cosa? - la carta terapeutica viene sollevata verso il volto dell'imprenditore che si ritrova a sbuffare.
- Già.
- Lei è un glan tluffatole.
- Me lo dicono in molti, purtroppo... anche se lei è il primo a dirlo con questo buffo accento.
- Questa non è sua invenzione, in Cina sono secoli che famiglia dell'impelatole ne fa uso.
- Cina?
- Lei ha lubato nostla cultula spacciandola come amelicana!
- Lei è venuto fin qui dalla Cina? - Gayetty è sorpreso ma cerca di non scomporsi troppo dinanzi all'ira dello sconosciuto.
- Suo è oltlaggio e io le plometto che da oggi in poi noi cinesi copielemo ogni vostla invenzione, plodotto e tecnologia.
- Voi... cosa?
- Allivedelci. - l'uomo getta a terra il pacchetto di Medicated Paper e si allontana, lasciando l'imprenditore sconvolto e con gli occhi ancora sgranati.
- Cosa ho appena sentito?
Il prodotto di Gayetty è ormai destinato all'estinzione nonostante il gran numero di imitazioni e concorrenti. Già, grazie all'intuizione di Joseph, è nato un vero e proprio mercato per l'igiene intima. Una delle ultime proposte più interessanti riguarda un inglese, un certo Walter Alcock, che ha ideato un rotolo composto interamente di carta: la carta igienica.
Ma questa è un'altra storia.

PS: si narra che, nonostante la concorrenza e l'introduzione del rotolo, Joseph sia rimasto uno dei pochi (se non l'unico) fedeli all'utilizzo della Medicated Paper.
Pasquale Aversano.
https://www.intertwine.it/it/read/VBPwt3Ud/pensa-ai-posteri-ori